LA BUONA POLITICA È AL SERVIZIO DELLA PACE

Faenza, 3-5 gennaio 2019

La responsabilità politica appartiene ad ogni cittadino, e in particolare a chi ha ricevuto il mandato di proteggere e governare. Questa missione consiste nel salvaguardare il diritto e nell’incoraggiare il dialogo tra gli attori della società, tra le generazioni e tra le culture.

Non c’è pace senza fiducia reciproca. E la fiducia ha come prima condizione il rispetto della parola data. L’impegno politico – che è una delle più alte espressioni della carità – porta la preoccupazione per il futuro della vita e del pianeta, dei più giovani e dei più piccoli, nella loro sete di compimento.
Quando l’uomo è rispettato nei suoi diritti – come ricordava San Giovanni XXIII nell’Enciclica Pacem in terris – germoglia in lui il senso del dovere di rispettare i diritti degli altri. I diritti e i doveri dell’uomo accrescono la coscienza di appartenere a una stessa comunità, con gli altri e con Dio (cfr ivi, 45). Siamo pertanto chiamati a portare e ad annunciare la pace come la buona notizia di un futuro dove ogni vivente verrà considerato nella sua dignità e nei suoi diritti.                   
(vatican.va 6 nov. 2018)

 

La Scuola di Pace 2019, promossa dalla Fraternità Francescana e Cooperativa Sociale Frate Jacopa, si terrà presso la Casa del Clero di Faenza e avrà al centro l’approfondimento del 52° Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace (1 gennaio 2019). Aprirà l’incontro S.E. Mons. Mario Toso, Vescovo di Faenza-Modigliana, con la presentazione delle linee guida del Messaggio.

Per iscrizioni e info rivolgersi a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o telefonare a 3282288455